News bandi

BANDI REGIONALI

Invito a presentare operazioni formazione per il contrasto della dispersione scolastica PO FSE 2014/2020 - SCADENZA: 30 novembre 2018

L’Invito intende rendere tempestivamente disponibile un’offerta formativa che permetta ai giovani nella fascia compresa tra i 18 ei 24 anni, non in possesso di un diploma di istruzione o di una qualifica professionale, l’acquisizione delle conoscenze e delle competenze necessarie ad un inserimento qualificato nelle imprese che esprimano un fabbisogno formativo e professionale rendendo disponibili nuove opportunità occupazionali.

 ENTE: Regione Emilia-Romagna

 DESCRIZIONE:

Destinatari sono giovani con età compresa tra i 18 e i 24 anni che, pur avendo assolto l’obbligo d’istruzione e il diritto-dovere all’istruzione e formazione con il compimento della maggiore età, hanno conseguito al più la licenza media e che non frequentano percorsi di istruzione secondaria superiore o attività formative e non lavorano.

Le operazioni dovranno rappresentare una organica progettazione riferita alle caratteristiche dei partecipanti e ai fabbisogni espressi e agli impegni assunti dalle imprese nell’Accordo di partenariato.

Una stessa Operazione potrà prevedere un solo Progetto formativo e il relativo progetto per la certificazione delle competenze per il rilascio di una qualifica professionale 3^ livello – EQF, pena la non ammissibilità.  I percorsi formativi dovranno essere coerenti con quanto previsto dalla DGR n.1298/2015.

Risorse: euro 1.000.000,00 di cui al Programma Operativo Regionale FSE 2014/2020.

 BENEFICIARI:

Organismi accreditati per l’ambito della “Formazione superiore” ai sensi della normativa regionale vigente.

 Vai al sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/entra-in-regione/bandi-regionali/invito-operazioni-formazione-contrasto-dispersione-scolastica

BANDI NAZIONALI

Iscrizione Albo degli enti di servizio civile universale – Scadenza: aperta

L’art. 11, comma 1, del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, adottato in attuazione delle legge 6 giugno 2016, n. 106, ha istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri l’albo degli enti di servizio civile universale. L’iscrizione all’albo presuppone il possesso di requisiti strutturali e organizzativi adeguati e di competenze e risorse specificamente destinate al servizio civile universale, nonché il mantenimento nel tempo dei predetti requisiti. Ai soli enti iscritti all’albo è consentita la presentazione dei programmi d’intervento di servizio civile universale, nell’ambito dei settori prescelti.

ENTE: Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale                                                 

DESCRIZIONE:

Gli enti devono far pervenire al Dipartimento le richieste di iscrizione, di adeguamento e/o di modifica dell’iscrizione esclusivamente per via telematica, mediante apposita istanza firmata digitalmente, a pena di nullità, dal legale rappresentante dell’ente o da un suo delegato, redatta secondo il modello 1 (all. 3 alla Circolare). Dette richieste devono recare nella PEC di trasmissione la seguente dicitura: “Domanda di iscrizione” o “Domanda di adeguamento e/o modifica dell’iscrizione”.

Nota bene: L'accreditamento è sempre aperto e, pertanto, le istanze possono essere presentate in qualsiasi data senza alcun vincolo temporale.

 BENEFICIARI:

L’albo è composto da:

a) una sezione nazionale, alla quale sono iscritti: le amministrazioni centrali dello Stato; le altre amministrazioni pubbliche, nonché gli enti e le organizzazioni privati, con una articolazione organizzativa minima di 100 sedi di attuazione - ivi incluse eventuali sedi all’estero e sedi di enti di accoglienza - che operano in almeno due regioni e/o all’estero;

b) sezioni regionali e delle province autonome di Trento e Bolzano, con una articolazione organizzativa minima di 30 sedi di attuazione - ivi incluse eventuali sedi di enti di accoglienza - che operano esclusivamente nel territorio di un’unica regione o provincia autonoma.

Gli enti indicano uno o più settori di intervento, di cui all’art. 3 del d. lgs. n. 40/2017, in relazione ai quali chiedono l’iscrizione all’albo.

 Vai al sito http://www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it/media/499366/circolare-iscrizione-albo-unico-3-agosto-2017.pdf

 

OSO – Ogni Sport Oltre – Scadenza: 23 Gennaio 2018

Il Bando vuole identificare, supportare e finanziare progetti che favoriscano un cambiamento culturale e diano un sostegno efficace alla diffusione della pratica sportiva tra persone con disabilità fisiche, sensoriali, intellettivo-relazionali.

 ENTE: Fondazione Vodafone Italia                                                  

DESCRIZIONE:

Budget complessivo: 2 milioni di euro. La richiesta di finanziamento non potrà eccedere l'80% del fabbisogno economico finanziario del Progetto.

Per eventuali approfondimenti è possibile consultare le FAQs oppure scrivere a bando@ognisportoltre.it.

 BENEFICIARI:

Il Bando si rivolge ad organizzazioni che siano senza scopo di lucro, operino sul territorio italiano, siano costituite da almeno due anni e abbiano esperienza in attività di inclusione e diffusione della pratica sportiva tra persone con disabilità o che vogliano indirizzarsi verso questo obiettivo.

 Vai al sito https://ognisportoltre.it/page/call4ideas#intro

 

Fondo sport e periferie – Scadenza: 15 dicembre 2017

In previsione del rifinanziamento del fondo per il periodo 2018-2020, il CONI ha pubblicato una comunicazione per effettuare una nuova indagine acquisendo proposte d’intervento per la realizzazione, la rigenerazione o il completamento di impianti sportivi ai fini dell’eventuale inserimento della proposta in nuovo piano pluriennale.

ENTE: CONI – Comitato Olimpico Nazionale Italiano       

DESCRIZIONE:

Con la legge 22 gennaio 2016, n. 9 è stato convertito in legge il DL n. 185 del 2015, con il quale – ai fini del potenziamento dell’attività sportiva agonistica nazionale in aree svantaggiate e zone periferiche urbane e con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economico sociali e incrementare la sicurezza urbana – il governo ha istituito il Fondo «Sport e Periferie».

Il Fondo è finalizzato tra l‘altro alla realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi con destinazione all’attività agonistica nazionale, localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane, nonché al completamento e adeguamento di impianti sportivi esistenti, con destinazione all’attività agonistica nazionale e internazionale.

 BENEFICIARI:

Non sono previste limitazioni soggettive alla presentazione delle proposte di intervento. Nelle proposte occorre indicare se il proponente l’intervento agisca a titolo di Proprietario dell’impianto, o dell’area oggetto dell’intervento, o a titolo di Concessionario dell’impianto, o dell’area oggetto dell’intervento.

 Vai al sito http://www.coni.it/it/piano-sport-e-periferie/nuova-comunicazione-del-coni-8-novembre-2017.html

 

Aviva Community Fund – Scadenza: 15 febbraio 2018

Si aprono le candidature alla terza edizione di Aviva Community Fund, fondo benefico di Aviva, assicurazione tra i leader in Europa e presente in Italia dal 1921, per il finanziamento di organizzazioni non profit attive sul territorio italiano. Le donazioni messe a disposizione quest’anno sono in totale 10. Tre, invece, le categorie oggetto di candidatura: “Sostegno alla salute”, “Al fianco degli anziani” e “Occupazione”.

 ENTE: Aviva Community Fund                                                  

DESCRIZIONE:

Per ciascuna categoria Aviva mette a disposizione un premio da 15 e uno da 8 mila euro, a cui si aggiungono 4 premi speciali da 5 mila euro. È possibile candidare il proprio progetto a favore della comunità locale accedendo al sito www.avivacommunityfund.it, previa registrazione, e compilando l’apposito form. Dall’1 al 29 marzo 2018 sarà possibile votare online per i progetti candidati. I 7 progetti più votati di ciascuna categoria passeranno al vaglio della giuria dell’Aviva Community Fund, che sceglierà i 2 progetti più meritevoli per ciascuna. Saranno, inoltre, attribuiti 4 premi speciali, individuati tra i 21 finalisti indipendentemente dalla categoria di appartenenza. I vincitori saranno annunciati il 15 maggio 2018.

 BENEFICIARI:

I maggiorenni che vivono in Italia. Per candidare un progetto occorre essere registrati al sito di Aviva Community Fund e il progetto deve essere associato a un’organizzazione non profit.

 Vai al sito https://community-fund-italia.aviva.com/voting/campagna/esserecoinvolti 

  

Bando Terre Colte – Scadenza: 23 febbraio 2018

Bando da 3 mln di euro, promosso da Fondazione CON IL SUD in collaborazione con Enel Cuore Onlus, rivolto alle organizzazioni del Terzo settore del Sud per la valorizzazione dei terreni incolti o abbandonati nel Mezzogiorno.

 ENTE: Fondazione CON IL SUD in collaborazione con Enel Cuore Onlus

 DESCRIZIONE:

L’obiettivo dell’iniziativa è valorizzare i terreni agricoli incolti, abbandonati o non adeguatamente utilizzati in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, rivitalizzando la tradizione legata all’agricoltura e all’allevamento in queste regioni, anche attraverso l’inclusione sociale e lavorativa di persone in condizione di disagio, offrendo nuove opportunità per i giovani e favorendo l’introduzione di innovazioni tecnologiche e colturali.

A disposizione 3 milioni di euro, di cui 2 milioni messi a disposizione della Fondazione CON IL SUD e 1 milione da Enel Cuore. Le proposte potranno essere presentate esclusivamente online tramite il sito della Fondazione entro il 23 febbraio 2018 da organizzazioni del Terzo settore, in partnership con altre realtà non profit, ma anche con istituzioni, università, enti di ricerca e imprese profit.

L’iniziativa prevede la concessione, da parte dei proprietari, di uno o più terreni a uno o più soggetti del partenariato che propone il progetto, per una durata minima di 10 anni di cui i primi 5 a titolo gratuito o simbolicamente oneroso. Le partnership di progetto dovranno essere composte da almeno tre soggetti, di cui almeno due di Terzo settore. Potranno inoltre essere coinvolti il mondo economico, delle istituzioni, dell’università, della ricerca.

Le proposte potranno prevedere, oltre alle attività di coltivazione e di allevamento, iniziative di tipo artigianale, commerciale, sociale, turistico-ricettivo, etc., purché strettamente connesse e accessorie a quelle di carattere agricolo. Il contributo per singola proposta è di massimo 500.000 euro.

BENEFICIARI:

Organizzazioni del Terzo settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia.

 Vai al sito https://www.fondazioneconilsud.it/bando/bando-terre-colte/

 

Cammini e percorsi - Scadenza: 16 aprile 2018

Seconda iniziativa dell’Agenzia del Demanio per “Cammini e percorsi” (di cui è partner CSVnet) per la rinascita di castelli ville e masserie dislocati sui percorsi ciclo pedonali e storico-religiosi. Saranno assegnati in affitto fino a 50 anni a imprese e associazioni non profit.

 ENTE: Agenzia del Demanio insieme ai ministeri dei Beni culturali e dei Trasporti, partner anche CSVnet

 DESCRIZIONE:

Prosegue Valore Paese-Cammini e Percorsi, l’iniziativa avviata dall’Agenzia del Demanio insieme ai ministeri dei Beni culturali e dei Trasporti, di cui è partner anche CSVnet, con l’obiettivo di promuovere il turismo lento attraverso il recupero di immobili pubblici da trasformare in luoghi per attività e servizi per i viaggiatori.

Oltre al progetto di riqualificazione del bene sarà necessario presentare anche l’offerta di un canone; saranno valorizzati i progetti che prevedranno lo sviluppo di servizi complementari specialistici per utenti con specifiche necessità (es. bambini, anziani, disabili, etc.).

Elenco dei 16 beni dello Stato interessati:

Basilicata – Casa Cantoniera, Montescaglioso (MT)

Basilicata – Comando Stazione Forestale, Atella (PZ)

Emilia Romagna – Casa di Guardia, Bologna (BO)

Emilia Romagna – Birreria della Caserma Mameli, Bologna (BO)

Emilia Romagna – Casermetta Ca d’Olmo, Ferrara (FE)

Friuli Venezia Giulia – Caserma G.d.F. Scriò – Dolegna del Collo (GO)

Lazio – Castello di Blera (loc. Civitella Cesi), Blera (VT)

Liguria – Casa Falcinelli, Arcola (SP)

Lombardia – Molino, Certosa di Pavia (PV)

Marche – Casa Nappi, Loreto (AN)

Toscana – Fabbricato Rustico, Lucca (LU)

Toscana – Edificio Residenziale, Pistoia (PT)

Veneto – Caserma G.d.F. Alberoni, Venezia (VE)

Veneto – Batteria Angelo Emo, Venezia (VE)

Veneto – Batteria Marco Polo, Venezia (VE)

Veneto – Stazione di Salionze, Valeggio sul Mincio (VR).

 BENEFICIARI:

Enti culturali. I destinatari del bando possono essere persone fisiche (anche stranieri), imprese individuali, società commerciali, associazioni e fondazioni non profit, consorzi che potranno partecipare singolarmente o in rete.

 Vai al sito http://www.agenziademanio.it/opencms/it/progetti/valorepaese/camminipercorsi/

 

Fondo nazionale per la rievocazione storica: criteri di accesso 2017-2019 - SCADENZA: 16/01/2018 per l’annualità 2018; 16/01/2019 per l’annualità 2019

Fondo con una dotazione di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017, 2018 e 2019 finalizzato alla promozione di eventi, feste e attività per la valorizzazione dei beni culturali attraverso la rievocazione storica attraverso progetti realizzati da Regioni, Comuni e da Istituti e Associazioni culturali.

 ENTE: MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – Direzione Generale Spettacolo

 DESCRIZIONE:         

Il Fondo nazionale per la rievocazione storica di cui all’art. 1, comma 627 della legge 11 dicembre 2016, n. 232, è finalizzato alla promozione di eventi, feste e attività nonché alla valorizzazione dei beni culturali attraverso la rievocazione storica. Il bando ha anche la finalità di sostenere progetti a carattere pluridisciplinare e/o di rete a carattere innovativo nei territori regionali e/o interregionali, favorendo forme avanzate di aggregazione e l’integrazione, anche finanziaria, con altri sistemi territoriali nonché le connessioni con il patrimonio culturale presente sui territori di riferimento.

Ciascun progetto dovrà essere realizzato entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento.

 BENEFICIARI:

Regioni, Comuni, Istituzioni culturali e Associazioni di rievocazione storica riconosciute attraverso l’iscrizione ad appositi albi tenuti presso i Comuni o già operanti da almeno dieci anni; per Istituzioni culturali e per Associazioni di rievocazione storica si intendono le istituzioni e le associazioni che hanno per fine statutario la conservazione, la promozione e la valorizzazione della memoria storica del proprio territorio, rispettando i criteri di veridicità storica mediante le varie forme di studio, espressione artistica, realizzazione di attività ed eventi storici. Per i richiedenti diversi da Regioni e Comuni, il legale rappresentante e gli amministratori e, laddove presente, il responsabile tecnico della gestione del progetto di rievocazione storica, devono essere in possesso dei seguenti requisiti: non aver riportato condanna, ancorché definitiva, o l’applicazione di pena concordata per delitti non colposi, salva la riabilitazione; non essere stati dichiarati falliti o insolventi, salva la riabilitazione; essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse, nonché delle assicurazioni sociali.

 

Vai al sito http://www.spettacolodalvivo.beniculturali.it/index.php/contributi-extra-fus/755-fondo-nazionale-per-la-rievocazione-storica-bando   

  

Strategie Formative per l’Occupazione: nuovo Avviso 40 di Fon.Coop –Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative – Scadenza: 28 febbraio 2018

Strategie Formative per l’Occupazione: è il nome del nuovo Avviso 40 di Fon.Coop – il Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative – che dedica 4,2 milioni di euro per piani formativi concordati aziendali e pluriaziendali. L’Avviso 40 completa la programmazione 2017 del Fondo di Rotazione, il canale di finanziamento della formazione per le PMI e micro cooperative.

ENTE: Fon.Coop – il Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale

DESCRIZIONE:

L’Avviso presenta caratteristiche innovative ed inedite nel panorama dei Fondi Interprofessionali in quando finanzia le attività di analisi e ricerca in una fase specifica a se stante, che consente alle imprese partecipanti di costruire un vero e proprio piano di sviluppo propedeutico alla progettazione della formazione.

L’Avviso è infatti suddiviso in due fasi da realizzare in momenti diversi. La prima fase è dedicata esclusivamente all’analisi del contesto aziendale e delle competenze dei lavoratori, la seconda è successiva ed incentrata sulla progettazione di dettaglio della formazione, che deve coerentemente recepire i risultati della prima fase. I piani presentati saranno selezionati in base alla valutazione della fase di analisi, a fronte di una richiesta di finanziamento che include la realizzazione della formazione – almeno il 50% del totale della richiesta.

 BENEFICIARI:

PMI e Micro cooperative.

Vai al sito http://www.foncoop.coop/fondo-di-rotazione/avviso-40-strategie-formative-loccupazione/   

  

Bando AIFOS – Scadenza: 31 dicembre 2017

La Fondazione AiFOS opera sul territorio nazionale e, nella sua qualità di realtà filantropica, persegue, attraverso bandi annuali, finalità di sostegno sociale e di sensibilizzazione nel settore della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, promuove e sostiene la cultura della prevenzione, nei settori dell’istruzione e della formazione, con particolare attenzione allo sviluppo e all’uso di buone prassi.

 ENTE: Fondazione AiFOS

 DESCRIZIONE:

I progetti finanziabili devono riguardare: Interventi promossi da enti del terzo settore o da istituzioni scolastiche, orientati alla promozione della cultura della sicurezza negli ambienti di vita e lavoro, anche tra le comunità giovanili.

La Fondazione sostiene la realizzazione dei progetti con le risorse messe a disposizione per un importo massimo complessivo di € 40.000,00. L’importo totale del progetto o di fase del progetto per cui viene richiesto il finanziamento, non deve essere inferiore a € 1.000,00= e non può superare €5.000,00=. Il contributo erogato dalla Fondazione non potrà superare il 50% dell’importo del progetto medesimo o di fase dello stesso, fino ad un massimo di € 2.500,00. La parte restante del costo del progetto deve essere finanziata con disponibilità proprie dell’organizzazione richiedente. Nel caso in cui il progetto sia co-finanziato da altre organizzazioni dovrà essere data comunicazione tramite l’apposito modulo.

 BENEFICIARI:

Destinatari del presente Bando saranno le organizzazioni del terzo settore quali Fondazioni, ONLUS, associazioni di volontariato, cooperative sociali, associazioni di volontariato di protezione civile, associazioni di promozione sociale, associazioni sportive dilettantistiche, associazioni dei consumatori e degli utenti, società di mutuo soccorso, organizzazioni non governative (ONG), imprese sociali, Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza, enti di patronato, enti confessionali ed istituzioni scolastiche.

 Vai al sito https://www.fondazioneaifos.org/bandi/bando-per-la-cultura-della-sicurezza/files/01_Bando_DEF.pdf

BANDI EUROPEI/INTERNAZIONALI

 Infobandi è un nuovo servizio online offerto ai CSV soci e Infobandi Europa è la sezione dedicata ai Programmi Comunitari 2014 – 2020 e relativi bandi. La sua struttura è studiata per agevolare la consultazione e l'accesso alle informazioni, anche da parte di chi si avvicina per la prima volta a questa materia.

Per visionare le opportunità disponibili: http://www.csvnet.it/infobandi/infobandi-europa/bandi-attivi 

 ENTE: CSVNet

 DESCRIZIONE:

Infobandi Europa si occupa dei fondi diretti dell'Unione Europea e ha l'obiettivo di favorire la diffusione, in modo semplice ed intuitivo, delle informazioni sulle diverse possibilità di ottenere un finanziamento diretto dalle istituzioni europee, in base al settore in cui si opera e/o d'interesse per il mondo del volontariato e del terzo settore. 
In questa sezione vengono presentate le opportunità offerte dall'UE nel campo dei fondi a gestione diretta, organizzandole in base alle diverse tipologie di finanziamento nel quadro dei principali Programmi europei attivi a partire dal 2014 e cercando di selezionare le opportunità più percorribili e accessibili per il volontariato e l'associazionismo.
Infobandi Europa non vuole essere un'alternativa ai siti internet specializzati e già operativi nel settore, ma intende offrire un ulteriore strumento di supporto all'utilizzo dei fondi europei da parte dei CSV e delle Organizzazioni di Volontariato.

 Vai al sito http://www.csvnet.it/infobandi/infobandi-europa/bandi-attivi   

 

Fondi per la salute mentale dei migranti: mappatura, monitoraggio e advocacy - Scadenza: 15 dicembre 2017

Invito alle organizzazioni della società civile a formulare proposte per identificare gli attuali fondi UE destinati alla salute mentale dei migranti, chiarire se tali fondi siano stati spesi in modo pertinente e responsabile e attività di advocacy per promuovere lo stanziamento e l’uso appropriato di tali fondi.

ENTE: Open Society Foundations

 DESCRIZIONE:

Il “Programma sulla salute pubblica” (Public Health Program) della Open Society Foundations ha avviato un nuovo pacchetto di lavoro per affrontare il problema della salute mentale dei migranti con un focus iniziale sull’Europa. Secondo la Fondazione, mentre esistono prove epidemiologiche su come le politiche europee stiano esacerbando vulnerabilità e sofferenze dei migranti, il contributo finanziario dell’Unione europea alla salute mentale dei migranti rimane un aspetto non esaminato. La Fondazione invita pertanto le organizzazioni della società civile a formulare proposte per identificare gli attuali fondi UE destinati alla salute mentale dei migranti e chiarire se tali fondi siano stati spesi in modo pertinente e responsabile dall’Unione europea e dagli stati membri. Il candidato prescelto svolgerà anche attività di advocacy per promuovere lo stanziamento e l’uso appropriato di tali fondi.

BENEFICIARI:

Organizzazioni delle società civile o loro consorzi, con un coordinatore chiaramente identificato, che soddisfino tutti i seguenti criteri: organizzazioni senza scopo di lucro registrate formalmente con stato giuridico stabilito nel proprio paese; familiarità con la struttura, le istituzioni e i meccanismi di finanziamento dell’UE; ha condotto o sta svolgendo attività di monitoraggio dei fondi UE e di tracciamento di tali fondi a livello degli Stati membri; familiarità con i meccanismi di responsabilità finanziaria (financial accountability) in Grecia e in Italia; esperienza nello svolgimento di attività di advocacy nella sfera pubblica.

 Vai al sito https://www.opensocietyfoundations.org/grants/mapping-tracking-and-advocating-funds-address-migrants-mental-health-20171127

 

Interventi a favore degli animali durante le catastrofi – IFAW Disaster Response Grant – Scadenza: aperta

Programma internazionale di finanziamento per interventi di protezione degli animali a seguito di catastrofi ambientali e antropiche.

 ENTE: IFAW – International Fund for Animal Welfare

 DESCRIZIONE:

L’IFAW, grazie al generoso sostegno della Walt Disney Company e degli altri sostenitori di tutto il mondo, ha attivato un programma di finanziamento per interventi di protezione degli animali durante le catastrofi.

Si possono presentare proposte per interventi di salvataggio, recupero e messa in sicurezza degli animali a seguito di catastrofi naturali (es. eventi meteorologici estremi, terremoti, incendi boschivi, inondazioni…) o causate dall’azione dell’uomo (es. conflitti politici, incidenti industriali, casi di crudeltà su larga scala…) per cui sia necessario un sostegno materiale o finanziario.

 BENEFICIARI:

Organizzazioni non profit registrate o agenzie accreditate.

 Vai al sito http://www.ifaw.org/united-states/our-work/animal-rescue/how-apply-grant  

CONCORSI E PREMI

 Green Technologie Award – Scadenza: 23 Febbraio 2018

Schneider Electric, in collaborazione con il MIUR, bandisce l'VIII edizione del concorso nazionale "Green Technologies Award 2018", rivolto agli studenti di Istruzione Secondaria Superiore e dei Centri di Istruzione e Formazione Professionale di tutto il territorio nazionale.

 ENTE: Schneider Electric, in collaborazione con il MIUR

 DESCRIZIONE:

L'iniziativa vuole premiare i migliori progetti per la digitalizzazione e per un utilizzo dell'energia sicuro, affidabile, efficiente, sostenibile e interconnesso in ambito industriale, civile e scolastico.

Il concorso mira altresì a stimolare gli studenti a coltivare i propri talenti e sviluppare la propria creatività progettuale ed acquisire quelle conoscenze e competenze tecniche che consentiranno loro un più facile e rapido inserimento nel mondo produttivo.

Altro obiettivo del concorso è quello di sviluppare competenze orientate al lavoro di gruppo, alla capacità di comunicazione, scritta e orale, all’integrazione della diversità di contributi e competenze (specialmente in team di gruppi di lavoro composti da indirizzi e/o scuole differenti).

Gli elaborati, che possono essere in formato cartaceo o digitale e che devono consistere in progetti relativi all’utilizzo dell’energia sicuro e affidabile, efficiente e sostenibile e interconnesso sia in ambito scolastico che in altri settori, devono essere corredati da una descrizione dettagliata del progetto, da disegni esplicativi, da eventuali schemi elettrici, dall’elenco delle apparecchiature utilizzate.

Il progetto dovrà essere originale, ovvero creato nella sua completezza dal gruppo di lavoro, e non derivato, anche parzialmente, da progetti di altri.

Sarà inoltre necessario produrre e allegare al progetto un breve filmato descrittivo ed esplicativo della soluzione proposta (durata massima di 4 minuti).

 BENEFICIARI:

Studenti di Scuole superiori e dei Centri di istruzione e formazione professionale.

 Vai al sito

https://www.informa-giovani.net/notizie/per-studenti-di-scuole-superiori-e-dei-centri-di-istruzione-e-formazione-professionale-il-green-technologie-award-del-ministero?utm_medium=email&utm_source=VOXmail%3A565606+Nessuna+cartella&utm_campaign=VOXmail%3A933022+Concorsi+per+lavoro%2C+borse+di+studio+e+altre+opportunita+da+

 

 Master di I livello in CULTURA E GESTIONE DEL PAESAGGIO I Edizione – Anno 2018/2019 - Scadenza: 28 febbraio 2018

Il Master nasce dalla pluriennale esperienza della Summer School Emilio Sereni dedicata agli studi sul paesaggio agrario. Nel corso degli anni sono stati affrontati temi e aspetti diversi della cultura del paesaggio, nelle complesse relazioni tra territori, società e spazio rurale. Le varie edizioni della Summer School hanno creato percorsi di confronto e d’integrazione interdisciplinare, utilizzati come base metodologica ed organizzativa per la strutturazione del Master, che intende presentarsi con uno specifico obiettivo formativo generale, ampio e approfondito, direttamente connesso a quello professionalizzante.

ENTE: Istituto Alcide Cervi

 DESCRIZIONE:

Il Master mira ad attivare un patrimonio di conoscenze e di competenze specifiche che va ad inserirsi, concettualmente e metodologicamente, in figure professionali diverse, offrendo la possibilità di arricchire e migliorare professionalmente il proprio profilo. Il Master non offre solo un arricchimento culturale, ma garantisce un valore altamente professionalizzante che consente ai diversi soggetti che operano nel settore del paesaggio di aggiornare le proprie competenze di gestione e di intervento sul territorio. Il termine paesaggio è polisemico e molte sono le discipline che se ne occupano: in svariate attività professionali costituisce un campo importante di intervento (turismo, pianificazione territoriale e urbanistica, architettura, tutela ambientale, ecologia, agricoltura, integrazione sociale, psico-terapia, ecc.).

Obiettivo del Master è la formazione della figura del paesaggista informato: un soggetto professionale attivo, non solo nella progettazione, ma anche nella formazione di una coscienza paesaggistica auspicata dalla Convenzione Europea del paesaggio, che sia in grado d’integrare la sua formazione con la componente culturale che corrisponde alla polisemia del termine.

 BENEFICIARI:

Il Master è a libero accesso e si rivolge a tutti coloro che intendono approfondire la loro formazione nel settore del paesaggio e nella gestione del territorio. In particolare a coloro che operano nei campi della formazione e della ricerca, dell’amministrazione, della pianificazione, della tutela e valorizzazione delle risorse territoriali, dei prodotti tipici e delle tradizioni locali, dello sviluppo rurale e del rilancio delle aree interne, delle attività imprenditoriali in ambito rurale, della promozione dei beni culturali e della educazione al paesaggio. Professionisti, funzionari pubblici (ambiti della cultura, dell’agricoltura, del governo del territorio, del turismo, della pianificazione territoriale e urbanistica, della tutela ambientale, dell’agricoltura, dell’integrazione sociale), dipendenti di musei e di altre istituzioni culturali pubbliche e private, di agenzie di promozione territoriale, Consorzi di Bonifica, Fondazioni, Organizzazioni sindacali che si occupano di questi temi.

 

Vai al sito http://www.istitutocervi.it/wp-content/uploads/2017/11/MASTER_Cultura-e-gestione-del-paesaggio_bando.pdf

 

Concorso nazionale “Il Risorgimento italiano nella memoria” – Scadenza: 15 maggio 2018

Il progetto si inserisce nell’ambito del progetto culturale regionale Intrecciare cultura promosso da Endas Emilia Romgna con il sostegno della Regione Emilia Romagna

ENTE: Endas Emilia Romagna

 DESCRIZIONE:

Cosa resta oggi del Risorgimento? E cosa dobbiamo lasciarne alle generazioni future? Partecipa anche tu a questo progetto che intende raccogliere impressioni, emozioni e ricordi sulla storia di questo periodo che hanno lasciato lasciato un segno nella tua vita. Ripercorrendo gli eventi principali, soffermandosi sui protagonisti e sugli ideali che li mossero (ideali che ancora oggi coltiviamo) si potrà valutare cosa rimane oggi del Risorgimento.

Il concorso è promosso da Endas Emilia Romagna in collaborazione con la delegazione regionale dell’Associazione Mazziniana Italiana e con il Museo Civico del Risorgimento di Bologna e coordinato da Alessandra Casanova (coordinamento e sviluppo delle attività culturali Endas sul territorio).

 BENEFICIARI:

Il concorso è gratuito e aperto a tutti (senza limiti di età) e si potrà partecipare inviando una poesia, un saggio, un racconto o un’intervista/dialogo.

 Vai al sito http://www.endas.net/cultura/concorsorisorgimento


Progetto Sicurstrada – Scadenza: 15 febbraio 2018

Fondazione Unipolis, con il Progetto Sicurstrada, in collaborazione con Mandragola Editrice, editore di Zai.net, promuove il concorso La sicurezza si fa strada rivolgendosi alla creatività giovanile. Il contest ha come obiettivo la progettazione di nuovi strumenti e/o applicativi multimediali che favoriscano la sensibilizzazione e l’attenzione dei giovani alla sicurezza stradale e alla mobilità sostenibile.

 ENTE: Fondazione Unipolis

 DESCRIZIONE:

Unipolis intende coinvolgere e stimolare le nuove generazioni a immaginare e proporre nuove idee per comunicare in maniera efficace la sicurezza sulla strada. Come evitare le cattive pratiche durante la guida – ad esempio il mancato rispetto dei limiti di velocità, le distrazioni causate dall’uso dello smartphone e altri strumenti tecnologici, l’uso e abuso di alcol e droghe – e al contempo, di proporre idee virtuose di mobilità sostenibile: uso della bicicletta, trasporto collettivo e in sharing mobility, mezzi elettrici, ecc.

Le proposte possono essere inviate sotto forma di: testi per la stampa o per il web; disegni, collage, opere digitali, fotografie; video o elaborati audiovisivi multimediali; applicazioni web. Sono previsti numerosi premi e riconoscimenti per ogni categoria di elaborati. Sul sito sicurstrada.it si può consultare il regolamento completo e trovare maggiori informazioni. Le varie fasi del contest saranno diffuse anche su Facebook e Twitter.

È possibile commentare e condividere l’iniziativa con l’hashtag: #SICURSTRADACONTEST.

 BENEFICIARI:

Possono partecipare tutti i giovani che hanno tra i 14 e i 20 anni, sia singolarmente, sia in gruppo, ed anche come un’intera classe, nel caso di studenti. 

 Vai al sito http://www.sicurstrada.it/featured/sicurstradacontest/

  

Welfare Together Edizione 2017-2018 – Scadenza: 31 gennaio 2018

Il concorso “Welfare Together” è un programma triennale di Reale Mutua Assicurazioni che nasce con l’obiettivo di promuovere idee imprenditoriali ad alto impatto positivo per la collettività.

 ENTE: Reale Mutua Assicurazioni

 DESCRIZIONE:

Con l’Edizione 2017-2018 del Concorso si ricercano idee imprenditoriali in grado di rendere accessibile il Welfare personale e rispondere in maniera puntuale a quelli che sono i principali bisogni delle persone in particolare sul tema della sicurezza. I 5 Progetti Finalisti usufruiranno di un percorso di tutorship e di servizi di pre-incubazione. Il Progetto vincitore riceverà un finanziamento a fondo perduto di Ventimila euro e ulteriori servizi di incubazione per un controvalore di Diecimila euro. Inoltre Reale Mutua ha stanziato un investimento fino a 1 Milione di Euro quale possibile partecipazione in equity ai progetti.

Progetti che “giochino d’anticipo” tesi alla prevenzione e salvaguardia di diversi soggetti svantaggiati:

- la sicurezza delle donne (da femminicidi agli stupri, dallo stalking al mobbing etc)

- la sicurezza dei bambini (dai rapimenti alle violenze in casa e a scuola etc)

- la sicurezza degli anziani (dalle truffe ai furti, ai maltrattamenti in casa o altrove)

- la sicurezza su strada (come guidatore o pedone)

- la sicurezza a casa

- la sicurezza nel mondo (il terrorismo, le capitali a rischio, l’erasmus etc)

- la sicurezza via internet (truffe, privacy, perdita dati sensibili, cyber bullismo etc)

- la sicurezza ambientale (rischi idrogeologici e terremoti)

• Si ricercano Progetti ad alto contenuto tecnologico così come anche Progetti che siano portatori di servizi innovativi che possano essere implementati all’offerta Welfare di Reale.

 BENEFICIARI:

La partecipazione è gratuita. Il Concorso è nazionale, ed è garantita la partecipazione a cittadini italiani e stranieri maggiorenni ad esclusione di agenti, dipendenti e loro famigliari di Reale Mutua Assicurazioni.

In particolare sono ammessi alla partecipazione con Progetti coerenti con l’Oggetto del concorso: Persone fisiche; Imprese già costituite ed operanti da non oltre 12 mesi, anche sviluppate da organizzazioni consolidate (ad es, spin off di aziende costituite, spin off universitari, consorzi, joint venture etc..) non importa quale sia la forma giuridica (società cooperativa, srl, spa, impresa sociale, associazione, ecc.).

 Vai al sito https://www.realemutua.it/Shared%20Documents/LANDING/Welfare%20Together%202017%20regolamento.pdf

 

 3° PREMIO NAZIONALE 'TURISMI ACCESSIBILI - Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere' – Scadenza: 5 maggio 2018

"TURISMI ACCESSIBILI" premia l'accessibilità che già esiste nelle varie tipologie di turismo: culturale, enogastronomico, sportivo, congressuale, balneare, montano, termale, scolastico, religioso ecc.

 ENTE: Diritti Diretti

 DESCRIZIONE:

Il concorso è a partecipazione gratuita, aperta tramite un apposito modulo on-line sul sito web www.turismipertutti.it.

"TURISMI ACCESSIBILI" è stato ideato da Simona Petaccia (Giornalista e Presidente Diritti Diretti) per far conoscere le buone pratiche sull'accessibilità raccontate da giornalisti, pubblicitari e comunicatori attraverso articoli, servizi radio-televisivi, spot pubblicitari, video e campagne di comunicazione su chi ha prodotto sviluppo socio-economico unendo l'accessibilità ai concetti di appeal, innovazione, bellezza e/o sostenibilità. L'invito alla partecipazione è, poi, indirizzato anche alle realtà pubbliche e private (enti, aziende, istituzioni culturali, associazioni ecc.) che hanno affidato iniziative d'informazione e di comunicazione sull'accessibilità a tali professionisti.

Sono previsti due riconoscimenti: PREMIO DEL PUBBLICO - L'opera più votata riceve Euro 1.000,00 (Mille); PREMIO DEGLI ESPERTI - L'opera scelta dalla onlus Diritti Diretti riceve una targa.

INFO: info@dirittidiretti.it.

 BENEFICIARI:

Aperto a tutti.

 Vai al sito http://www.dirittidiretti.it/