Conferenza Territoriale del VOLONTARIATO

Si è svolta sabato mattina la Conferenza Territoriale del Volontariato che ha visto la partecipazione di circa una trentina di associazioni della città e provincia.

Ha aperto i lavori il co-presidente del Comitato Paritetico Provinciale avvocato Claudio Tagliaferri che ha immediatamente ceduto la parola agli assessori al Welfare di Castel San Giovanni Federica Ferrari e di Fiorenzuola d’Arda Angelo Mussi raggiunti poco dopo dall’assessore del Comune di Piacenza Stefano Cugini.

Nei loro interventi i tre ospiti politici hanno sottolineato l’importanza della collaborazione tra il volontariato e le istituzioni non solo nel momento dell’agire ma anche nella fase delicata e nevralgica della lettura dei bisogni e della progettazione degli interventi.

In particolare Stefano Cugini ha invitato le associazioni a uscire da una dimensione di auto – referenzialità per aprirsi a un confronto aperto che potrebbe facilitare il fiorire di un potenziale ancora non completamente espresso. In questa direzione anche il prossimo momento di incontro organizzato dal Comune di Piacenza per venerdì 20 maggio sulla riforma del Terzo Settore durante il quale sono previsti gli interventi di Luigi Bobba sottosegretario al Lavoro e alle politiche sociali e Francesca Bonomo responsabile nazionale servizio civile del Pd.

Tutti gli assessori hanno sottolineato l’impegno di sostegno e di coordinamento al volontariato piacentino profuso dal CSV di Piacenza SVEP in questi suoi primi vent’anni di vita.

Claudio Tagliaferri, quindi, ha anticipato che sarà la prossima Conferenza Regionale del 28 maggio a stabilire le sorti dei Comitati Paritetici Provinciali e ha incentivato i presenti all’impegno nella rappresentanza ancora troppo debole e poco sentito.

A seguire la presidente di Svep Laura Bocciarelli ha presentato il lavoro del Coordinamento regionale dei CSV e i punti salienti del disegno di legge per la riforma del terzo settore, dell'impresa sociale e del servizio civile universale - recentemente approvato al Senato - che impegnerà i Centri in un’azione di sostegno a tutti i volontari che operano nel Terzo Settore; quindi anche nella cooperazione e nelle associazioni di promozione sociale. Ha concluso gli interventi istituzionali Laura Groppi portavoce dell’Osservatorio Regionale del Volontariato che ha improntato il suo intervento a una riflessione sui valori dell’impegno volontario.

 Hanno infine portato i loro saluti tre rappresentanti del volontariato nel Co.Ge regionale:Cristina Zanasi di Bologna, Rosa Bandieri di Modena e Valentina Fermi di Piacenza.

Quindi sono stati votati i due candidati piacentini per il Co.Ge nel Collegio di Parma e Piacenza: Mario Maffini dell’associazione AS.SO. di Fiorenzuola e Matteo Lombardi di A.Ge Piacenza 4 che avranno, comunque, un ruolo di supplenza visto che – conclusi i due mandati consecutivi di Piacenza – ora toccherà a Parma esprimere un proprio rappresentante.

In conclusione si è aperto il dibattito.

In allegato l'articolo di Libertà pubblicato il 10 aprile e le slide che hanno accompagnato l'intervento di Laura Bocciarelli.