I CSV dell’Emilia Romagna durante l'emergenza

I Csv dell’Emilia Romagna*, fin dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, non hanno mai fatto mancare vicinanza e supporto al mondo del terzo settore, rimodulando da subito i propri servizi – che non si sono mai interrotti – a sostegno della collettività. (*Csv Emilia, Csv Terre Estensi, Csv Volabo, Csv Per gli Altri, Csv Ass. I. Pro. V., Csv Volontarimini).

Presenza, senso di responsabilità ed immediata reattività hanno contraddistinto l’operato dei Csv nella cosiddetta fase 1, che si è tradotto in nuove modalità di erogazione dei servizi ordinari (es. consulenze via web, formazioni attraverso video conferenze…), a cui si sono aggiunte nuove azioni, intraprese ad hoc per l’emergenza per rispondere ai bisogni emergenti,  illustrate nel report allegato.

Questa emergenza, come dimostrarono anni fa, in diverse zone della nostra regione, il terremoto e l’alluvione, ha confermato e rafforzato la capacità del volontariato di fare rete, rispondere ai bisogni con senso di squadra e condivisione, riconoscendo nei Csv interlocutori fondamentali per operare un raccordo sui rispettivi territori e proporre strategie di intervento in grado di canalizzare le numerose energie che si sono rese disponibili dalla cittadinanza tutta, per fronteggiare questo periodo difficile.

Leggi il report allegato a cura di CSVERnet