Avis e Polizia di Stato insieme per la donazione

COMUNICATO STAMPA (Avis Provinciale Piacenza)

Avis, Associazione DonatoriNati della Polizia di Stato (ADVPS) e Scuola Allievi e Agenti della Polizia di Stato di Piacenza ancora insieme per promuovere la donazione di sangue e plasma tra i giovani Allievi Agenti che stanno concludendo il loro percorso formativo nella nostra città per poi essere destinati ai vari reparti operativi in tutta Italia.

 In nome della solidarietà, i futuri Agenti hanno aderito all’iniziativa dell’Associazione DonatoriNati della Polizia di Stato  “Maratona del Donatore”, promossa su tutto il territorio nazionale, per sottoporsi prima all’esame di idoneità e poi alla donazione.

 Il nostro Paese e la nostra città hanno sofferto profondamente durante la pandemia da Covid-19 dei mesi scorsi, anche se la solidarietà dei donatori Avis non è mai venuta a mancare, così come le richieste di nuovi aspiranti donatori che vogliono mettersi al servizio degli altri con il semplice gesto della donazione di sangue/plasma.

 Il Dott. Angelo di Legge, Dirigente della Polstrada di Piacenza e Vice Presidente Regionale di ADVPS, ha ribadito che “le forze di Polizia, oltre che essere esempio di legalità, devono essere esempio di solidarietà nei confronti degli ammalati, di chi necessita di terapie trasfusionali. E’ giusto che anche noi contribuiamo a diffondere la cultura della donazione di sangue tra i nostri giovani Allievi e nella comunità”.

 Laura Bocciarelli, Vice Presidente Avis Regionale Emilia-Romagna, sostenitrice della collaborazione tra Avis e Polizia di Stato, ha sottolineato che “è importante sensibilizzare e coinvolgere queste giovani leve anche per garantire un ricambio generazionale. Con il loro gesto gli Allievi di oggi e gli Agenti di domani, sono un esempio di servizio alla cittadinanza”.

 Leonardo Fascia, Presidente di Avis Provinciale Piacenza, riconosce che  “sul nostro territorio tra Avis e Polizia di Stato si è instaurato un rapporto di stima e fiducia reciproco che ha fatto comprendere l’importanza etica, umana e sociale dell’atto della donazione di sangue/plasma, che deve rappresentare un comportamento straordinariamente normale. A breve gli Allievi Agenti saranno trasferiti alle loro sedi operative, ma potranno continuare, ovunque, ad essere donatori di solidarietà”.

Giovani Allievi con il Commissario Enza Glorioso e Laura Bocciarelli