L' Emilia - Romagna nel Direttivo di CSVnet

TRE VOLONTARI EMILIANO-ROMAGNOLI NEL DIRETTIVO DI CSVNET

Dei 35 eletti in un organismo rinnovato per un terzo dei componenti rispetto al mandato precedente, ben 3 sono rappresentanti del volontariato della nostra regione.

Emanuela Maria  Carta, presidente del Csv di Modena, è stata elettanella “lista nazionale” ad elezione diretta.  Emanuela Maria  Carta raggiunge in Consiglio Piero Stefani, già presidente del Csv di Bologna, e Fabio Fabbro, presidente del Csv di Parma, entrambi eletti su indicazione del Coordinamento regionale dei Csv dell’Emilia-Romagna.

Pure emiliano è uno dei tre revisori dei conti, il parmense Ermete Dall’Asta.

È  la prima volta che la nostra regione può contare su 3 rappresentanti nell’organo di maggior rilievo per la rappresentanza del volontariato a livello nazionale.

Tali nomine hanno un particolare rilievo in un periodo in cui la rete dei CSV  italiani è percorsa da un vivace dibattito interno sul futuro dei Centri di Servizio e, conseguentemente, del volontariato italiano. Circa metà della rete, con in testa appunto l’Emilia-Romagna, si sta battendo con forza perché l’esperienza dei Centri di Servizio sia confermata e possibilmente ampliata, in particolare perché i Centri mantengano una grande vicinanza al volontariato di base, quindi che restino gestiti dal volontariato locale, come locale deve rimanere l’organo di controllo previsto dalla legge vigente.

La prima seduta del rinnovato Consiglio direttivo si terrà sabato 13 dicembre 2014 e provvederà alla nomina del nuovo Presidente nazionale.