RITRATTI VOLONTARI

ANNIBALE GAZZOLA: si può sempre fare di più

Annibale Gazzola è presidente e fondatore dell’Associazione per la solidarietà e l'accoglienza Travo – Valtrebbia e da anni organizza un mese di vacanza sul nostro territorio per i bambini della Bielorussia che vivono in territori ancora contaminati dall’incidente della centrale di Chernobyl del 1986. Classe ’56, da sempre impegnato in politica, è stato per 12 anni sindaco del suo paese e ha incontrato le fatiche e i problemi della Bielorussia anche per lavoro oltre che nell’ambito del volontariato con Legambiente – Solidarietà che, dopo il disastro nucleare, organizzava progetti di cooperazione in quei territori.

Ci riceve all’ARPA dove esercita il suo impegno di tecnico di controllo della radioattività e racconta: - In quei primi viaggi abbiamo conosciuto un paese in grossa difficoltà e tanti bambini che avevano e hanno problemi di salute legati alla vicenda dell’incidente di Chernobyl. Da lì è nata l’idea di organizzare un periodo di vacanza qui da noi. –

Non è un impegno di poco conto perché l’associazione, oltre a trovare le famiglie accoglienti, si impegna anche a sostenere i due terzi delle spese legate all’ospitalità dei bambini.

In questi ultimi anni – racconta Annibale Gazzola – è diventato tutto più complicato; sono diminuite le famiglie disposte ad impegnarsi e non è così semplice nemmeno reperire i fondi per sostenere questa attività. Noi, d’altronde, cerchiamo di offrire un servizio il più possibile completo: per i bambini organizziamo controlli medici, dalle analisi del sangue alle visite dentistiche. Per fortuna ci affiancano alcuni medici generosi che offrono la loro disponibilità gratuitamente. Ed è veramente bello vedere che, al termine del mese di vacanza, le analisi dei bambini ospiti sono significativamente migliorate. È ben poco, un piccolo tassello quello che riusciamo a fare ma per questi bimbi è importante. –

Ci dice di aver ricevuto un importante e gradito riconoscimento dall’Unicef ma è evidente che il senso profondo del suo impegno è legato non solo ai bambini bielorussi ma anche alle loro famiglie “molto povere ma molto accoglienti”.

La nostra associazione, quindi, è impegnata - prosegue il presidente - anche in iniziative sul territorio della Bielorussia; nel corso degli anni abbiamo inviato contributi per rispondere a diverse esigenze sia degli istituti che accolgono i bambini soli, sia delle scuole che hanno sempre bisogno di materiali scolastici… Ma poi andiamo in loco per verificare che tutto sia stato realizzato secondo gli accordi presi. –

Stiamo già scendendo le scale della sede dell’ARPAE, quando ci regala l’immagine più significativa, quella che, probabilmente, meglio racconta il senso del suo impegno.

C’è una foto che abbiamo fatto durante uno dei nostri viaggi; stiamo salutando, c’è un gruppetto di persone e, tra loro, il volto di un bambino con gli occhi pieni di lacrime… Una famiglia piacentina che ci aveva accompagnato ma non era tanto convinta di aderire all’impegno di accoglienza, davanti a quel bambino lì ha preso una decisione e, per parecchi anni, lo ha ospitato qui da noi. –

Annibale Gazzola è un volontario schivo ma l’immagine di quel bimbo ce la siamo portata con noi.

Carla Chiappini

 

ALTRI RITRATTI

ANDREA ROTA volontario dell'associazione "Amici dell'Hospice" di Borgonovo http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-1520.html

GIOVANNI BARBIERI presidente "Pandora" - Pianello Val Tidone  http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-1437.html

ALESSANDRA CORRADI presidente "Semi di lino" Cadeo http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-alessandra-corradi.html

DARIO SDRAIATI - AVO Castel San Giovanni http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari.html

LUIGI CUROTTI Gruppo Vega - San Giorgio Piacentino http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-luigi-curotti.html

LIONELLO POLLACHINI - Peco Rara Gente http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-lionello-pollachini.html