RITRATTI VOLONTARI

NOI STRANIERI DOBBIAMO ANCHE RESTITUIRE

- Io sono slava – mi dice con garbo, nel suo italiano impeccabile.

Anche se oggi, dopo la guerra civile nell’ex Jugoslavia, dovrebbe definirsi croata - bosniaca per via dei genitori croati, degli studi e del lavoro in Bosnia. Il marito, invece, è serbo. Tra le ferite del conflitto ci sono anche queste identità frantumate che non rispondono alle storie delle persone, alle loro memorie e ai loro affetti.

Nel 1994 Rajka scappa dalla guerra e arriva in Italia con due figlie ancora molto piccole.

- Gli uomini non potevano uscire dal Paese e le donne avevano bisogno dei permessi speciali, ma mia suocera che era un’insegnante, una donna eccezionale, tramite un suo alunno è riuscita ad avere un permesso e lo ha dato a me perché portassi via le bambine. Noi siamo partite ed è iniziato un viaggio molto difficile: gli austriaci ci hanno fatto scendere dal treno perché non ci volevano e noi siamo ripartite da Budapest dirette a Milano e poi a Piacenza dove si trovavano già i miei genitori. Qui ho trovato tante persone che mi hanno aiutato; io non avevo niente, solo una borsina. Oggi faccio volontariato anche per ringraziare i piacentini per tutto quello che hanno fatto per me; venivano persino a casa dei volontari per insegnare l’italiano a me e alle bambine. Dicono che i piacentini sono chiusi ma io non posso proprio dire questo, io ho trovato accoglienza. –

Come primo lavoro Rajka – che nel suo Paese era un' insegnante - fa le pulizie, poi anche la baby sitter, badante e finalmente ora è impegnata come docente per le lingue slave, come mediatrice culturale con “Associazione Sentieri nel mondo” e come educatrice con   “Aquilone” - Sono felice, questo è il mio mondo. Sostengo le famiglie con diversi disagi, seguo i bambini a 360° gradi, per raggiungimento di livelli sempre più alti di autonomia.

Rajka è anche una volontaria di AVO e della Caritas: - Ora ho più tempo perché le mie figlie sono grandi e sono più autonome. Comunque scegliere di entrare in ospedale con AVO per me non è stata una scelta facile; ho perso mio fratello in guerra e affrontare il dolore è stata una sfida importante ma ce l’ho fatta e ora sono meno fragile. –

Il suo volontariato si svolge in Neurologia e in Area Critica in genere il sabato pomeriggio fino all’ora di cena: - Ma da un po’ di tempo per ragioni di sicurezza non possiamo più dare da mangiare per cui ci limitiamo a portare un bicchiere d’acqua e a fare un po’ di chiacchiere; in quel reparto ci sono tanti anziani che hanno voglia di parlare, noi portiamo un po’ di umanità supplementare. C’è tanto bisogno di ascolto, un po’ dappertutto in verità. Anche nelle famiglie, nelle scuole. –

Rajka, dopo la fine della guerra, è tornata nel suo Paese dove si è fermata per sette anni ma le sue bambine voleva tornare qui, in Italia dove hanno amiche, amici, abitudini, interessi. Sono rientrate a Piacenza.

- Io ero contenta di tornare, mi sono sempre trovata bene. La cosa più difficile per me è stata trovare un lavoro che mi piacesse: ci ho messo dieci anni in cui mi sono impegnata e ho studiato tanto. Io e le mie figlie siamo “esempio vivo” di un’integrazione riuscita. –

Anche nell’impegno volontario Rajka non ha rinunciato alla formazione, è contenta di avere trovato tanti amici e di poter dedicare un po’ di tempo agli altri: - Noi stranieri non possiamo solo chiedere, dobbiamo anche restituire! –

ALTRI RITRATTI

SIMONA SOLVI Fiorenzuola Oltre i confini

http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-1686.html

FRANCESCA MOLINARI Associazione Avé

http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-1530.html

ANNIBALE GAZZOLA presidente e fondatore dell’Associazione per la solidarietà e l'accoglienza Travo http://www.svep.piacenza.it/ritratti-volontari-1476.html

ANDREA ROTA volontario dell'associazione "Amici dell'Hospice" di Borgonovo 

http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-1520.html

GIOVANNI BARBIERI presidente "Pandora" - Pianello Val Tidone  

http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-1437.html

ALESSANDRA CORRADI presidente "Semi di lino" Cadeo 

http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-alessandra-corradi.html

DARIO SDRAIATI - AVO Castel San Giovanni 

http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari.html

LUIGI CUROTTI Gruppo Vega - San Giorgio Piacentino 

http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-luigi-curotti.html

LIONELLO POLLACHINI - Peco Rara Gente 

http://www.svep.piacenza.it/adm/ritratti-volontari-lionello-pollachini.html

Carla Chiappini